Birmania: una pace impossibile (o no?)

Veramente troppe le multinazionali che hanno “investito” sulla Birmania e sulla sua dittatura militare. Troppe quelle multinazionali che grazie a questo stato sociale possono sfruttare il lavoro malpagato e minorile per poter avere ricavi considerevoli sui prodotti che ci vengono venduti. La lista aggiornata al 16 Marzo 2007 ne conta ben 459! Ed oltre a nomi mai sentiti, ci sono MOLTI NOMI ILLUSTRI.

APPROFONDISCI QUI

Sarebbe davvero uno schifo fare in modo tutti questi INTERESSI non lascino migliorare la condizione di vita di una popolazione intera, ormai sotto gli occhi tutto il mondo!

Vi sono vicino! Una soluzione positiva creerebbe un grandioso precedente che spingerebbe molti popoli a voler lottare per migliorare la loro condizione. Tutte le popolazioni affamate del mondo hanno l’occasione di prendere a calci nelle palle questi SIGNORI DEL MONDO e i dittatori che vengono finanziati da loro.

Siamo ad una svolta epocale, qui rischiamo veramente di cambiare qualcosa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...