Archivi categoria: personale

Chiudersi in casa…

Sempicemente per poter starsene da solo a immaginare una vita che comunque non ti appartiene, e che probabilmente non vivrai mai!

— Post From My iPhone

Annunci

Un treno in orario…

Si… ogni tanto capita!

Il verde primaverile scorre alla mia sinistra mentre imprimo queste parole su un mini pc traballante e precariamente collegato alla rete.

Odio lavorare il sabato. Questo è un dato di fatto.

Vita di coppia…

Come ti hanno chiamato?

L’idea bislacca mi è venuto mentre aspettavo la metropolitana con lo sguardo fisso assorto in un flusso di coscienza personale aiutato da “Metropolis” dei Dream Theater.

La raccolta definitiva di tutti i soprannomi, nomiglioli, pseudonimi e nickname dal giorno della mia nascita. Sono disposti all’incirca in ordine cronologico e sono esclusi il nome e il cognome. Andiamo ad iniziare:

  • Dani
  • Lele
  • Chicco
  • Cruscotto
  • Piccola peste
  • Sasso
  • Sorriso sessantadue denti (o erano settantadue. Non ricordo)
  • Peppino
  • bega
  • pri
  • wega
  • priser (leggi praiser)
  • Joan Pep
  • Prishcariell’
  • Pep
  • danny182
  • mr_30_cm
  • Plix
  • pris3r
  • iL_LoZzO
  • illozzo
  • il_lozzo
  • lozzo
  • L’uomo domotico
  • L’homm (uomo) automation

Dai pensavo peggio, ma di sicuro ne dimentico qualcuno. Se qualcun altro vuole lanciarsi e raccogliere la sfida può farlo liberamente e se vuole può segnalarmelo. Io non lo giro a nessuno (capisco quanto possa essere seccante…). Al massimo potete considerarlo un ottimo modo per indicizzare finalmente tutta una serie di chiavi di ricerca sul vostro blog…

Sviluppa la tua abilità…

…e diventa padrone del tuo mondo.

Non c’è cosa peggiore che il talento sprecato. Se sei capace di cose che la maggior parte della gente si sogna, perchè non sfruttarlo. Perchè mai limitarsi inventando scuse e motivazioni fasulle. E’ facile annegare i propri talenti per paura di risultare strano e particolare ma profondamente sbagliato. Spesso abbiamo così tanta paura di uniformarci alla massa e di apparire il più normale e anonimo possibile da dimenticarci di come sia importante proprio l’opposto.

Fermiamoci e riflettiamo su cosa ci appaga sul serio e cosa ci può dare un segno distintivo visibile a tutti. Può essere la cosa più inutile del mondo agli occhi di chi guarda ma ai nostri deve sembrare l’unica cosa che conta sul serio.

Non siamo tutti uguali. La storia ci ha insegnato che sono porpio le caratteristiche distintive di ciascuno a far muovere in avanti la nostra civiltà. Ognuno di noi è UNICO! Immaginate un’automobile prodotta in un SOLO esemplare. Quanto potrebbe valere? Ed ora pensate a voi stessi, vi state dando un valore che sia per lo meno equivalente?

O siete convinti che tutto sommato il mondo girerebbe comunque anche senza di voi?

faccia a faccia

Non tutti i mali…

Questa settimana ho un colloquio per un posto in un Apple Premium Reseller. Nel mio piccolo spero che tutto vada nel verso giusto, dato che anche solo avere quel posto sarebbe l’inizio di una catena di cambiamenti niente male. Innanzi tutto la possibilità di lavorare in Milano centro, possibilità che non ho mai sperimentato ma che sogno da tempo. Da lì la necessità di trasferirmi da dove sono ora perchè sarebbe davvero troppo scomodo fare tutti i giorni Bonate Sopra-Milano centro. Diciamo pure impossibile da fare. Questo farà in modo di trovarmi un appartamento in affitto (una mia amica ne affitta uno in porta genova) mollare giù la macchina e muovermi a piedi. In effetti sarebbe la realizzazione di un sogno (ne parlavo tempo fa qui).

Gli scenari futuri iniziano a farsi interessanti, ed io sto ritrovando le energie necessarie per reagire.